I padroni di casa

Tre generazioni e una famiglia con una sola passione

Quella che in passato era una caffetteria viennese, è diventata oggi uno degli hotel più importanti sull'Achensee, con una classificazione 4 stelle Superior, una premiata cucina gourmet e molti clienti abituali, segno di qualità ed efficienza.
 

Corpo, mente, anima, il massimo dell'impegno ed alcune idee lungimiranti di tre generazioni della famiglia Rieser si celano dietro al successo dell'Alpine Wellnesshotel Karwendel. E da sempre,
l'accoglienza tirolese e l'attenzione verso i nostri clienti, sono per noi valori ai quali non rinunceremmo per niente al mondo.


Gastgeberfamilie Rieser
 

Saremo il team ideale per le vostre giornate più belle dell'anno! Vi aspettano a braccia aperte:
 

  • Sepp Rieser – Titolare dell'hotel e agricoltore di professione
  • Steffi Rieser – Titolare e albergatrice per passione. Dalla mattina alla sera attraversa tutto l'hotel veloce come un turbine controllando che tutto sia pronto e in perfetto ordine per i suoi clienti, preoccupandosi anche delle decorazioni. I suoi figli sono d'accordo nell'affermare: „Nostra madre è davvero il cuore del Karwendel!"
  • Seppi Rieser – Dirige con maestria la reception e il settore marketing, fornendo all'occasione anche assistenza al bar e al ristorante. È il più grande dei tre figli.
  • Stevie (Stefanie) Rieser – Cuoca predestinata. Sin da piccola voleva imparare a cucinare e crescendo ha finalmente messo in pratica il suo desiderio. È la sorella di mezzo.
  • Maggy (Magdalena) Rieser – Ha terminato con successo nel 2014 la scuola alberghiera e ora lavora a tempo pieno alla reception del nostro hotel.
  • Sepp Rieser - dal 1960 la "colonna portante" del Karwendel. Ancora oggi ha voce in capitolo nelle decisioni più importanti.
  • Seppi Junior - Venuto alla luce il 23 gennaio 2014, è il grande orgoglio della famiglia e dell'hotel Karwendel.
  • Emilia - "La cicogna" ce l'ha portata il 21. maggio 2015 :-) Lei é la nostra portafortuna e regala momenti di pura gioia a tutta la famiglia.
  • E non dimentichiamo tutto il team del Karwendel!